PROGETTO-OBIETTIVO “TUTELA DELLA SALUTE MENTALE 1994-1996”

PROGETTO-OBIETTIVO “TUTELA DELLA SALUTE MENTALE 1994-1996”
La riforma psichiatrica varata nel 1978 con la legge n.180, poi travasata nei contenuti sostanziali negli articoli 33 e seguenti della legge di riforma sanitaria 23 dicembre 1978, n.833, ha aperto la via a profondi cambiamenti culturali e organizzativi a tutti i livelli delle istituzioni pubbliche preposte al settore.
La nuova disciplina legislativa, infatti, ha postulato un diverso approccio alla malattia mentale, modificando gli obiettivi fondamentali dell’intervento pubblico dal controllo sociale dei malati di mente alla promozione della salute e alla prevenzione dei disturbi mentali e spostando l’asse portante delle istituzioni assistenziali dagli interventi fondati sul ricovero ospedaliero a quelli incentrati sui servizi territoriali. Continua a leggere
Annunci

Salute mentale, inserimento lavorativo e inclusione sociale

Associazione “Porte Aperte-Romagna”
Cooperativa Sociale “San Vitale”
Associazione “A.M.A. la Vita”
Associazione “A Testa Alta”

invitano al Convegno che si svolgerà:

sabato 29 ottobre 2016 – ore 9.00-12.30
presso la Sala d’Attorre di Casa Melandri
via Ponte Marino, 2 Ravenna

sul tema:

              ” Salute mentale, inserimento lavorativo
e inclusione sociale”

 

convegno-la-salute-mentale  pdf – scaricabile

 

 

Importante incontro il  18 febbraio 2016- alle ore 9.00  Locali AUSL di Pievesestina-Cesena .

tra le Associazioni dei familiari:
  • PORTE APERTE della Romagna,
  • Se questo è un Uomo di Cesena,
  • Orizzonti Nuovi di Rimini,
  • AMA la Vita di Ravenna

e il dr Ravani, i suoi collaboratori, Dirigenti del nuovo Dipartimento Salute Mentale Romagnolo.

Ordine del Giorno:

  1.  Quale Programma 2016 del DSM romagnolo e quando sarà presentato. Quale vision è alla base e di quali risorse finanziarie ed umane dispone
  2. Quale riorganizzazione dei Servizi di Salute Mentale per attuare il programma; quali responsabilità territoriali sono previste per garantire   un forte servizio di prossimità
  3. Quale formazione  del personale attuatore del programma
  4. Ruolo delle Famiglie, degli Utenti e delle loro Associazioni

 

informazioni: Cellini Valerio -Presidente PORTE APARTE della Romagna cell.340.8979631