Corso di YOGA

posizioni_dello_yoga_le_asana

Corso di YOGA

per l’anno 2018

ogni VENERDI’ dalle 16,00 alle 17,20 .

INIZIO Venerdì 21 Settembre 2018 –  FINE: Venerdì 14 Dicembre 2018

per l’anno 2019

INIZIO : Venerdì 18 Gennaio 2019   –  FINE: APRILE 2019

Conduce il corso Claudia Muratori

SEDE: presso la C.R.I. via Guaccimanni, 19 Ravenna

volantino yoga 2018-19    scarica il pdf  

Annunci

Leggere e scrivere

 

Leggere e scrivere

Alda Merini

corso gratuito

indirizzato a tutti coloro che vogliono esprimere se stessi attraverso

  • scritti,
  • immagini,
  • disegni.

Il percorso ci guida a curiosare dentro noi stessi, ad ascoltare ed essere ascoltati, affinché, insieme, si giunga a cogliere le sensazioni, i pensieri, i vissuti che si trovano già dentro di noi e che aspettano solo di essere trovati e detti. Farlo in gruppo renderà tutto piacevole, leggero, come in un gioco, dove ognuno potrà divertirsi a scoprire, regalare e ricevere i tesori profondi che possiede e che nasconde dentro di sé.

Tutto il materiale per la scrittura viene fornito dagli organizzatori.

Inizio  Lunedì 14 gennaio 2019
ore 15-17  presso C.R.I. via Guaccimanni, 19 Ravenna
ogni lunedì   per 7 incontri di due ore ciascuno,

Conducono il corso
PIERA PEDEZZ I                  cell. 340 4722493
FIORENZA BELLERI            cell. 329 5372749

Si ringrazia “La Politecnica Ravenna” per la collaborazione fornita.

 

volantino Leggere e scrivere   scarica il pdf

Quarantennale della legge Basaglia

Quarantennale legge Basaglia

Una rivoluzione incompiuta

Si parla di portata rivoluzionaria della legge Basaglia o della legge 180, concordo con questa valutazione; già è stata una rivoluzione la chiusura dei manicomi, il superamento di una ingiustizia profonda a danno di molte migliaia di persone brutalizzate in residenze e contesti disumani ed escludenti. Oggi viviamo “un bel mondo”. (confronto fra mio figlio e una mia cognata)

Basaglia poi proponeva una seconda rivoluzione vale a dire il cambio di paradigma nell’affrontare la persona con disagio psichiatrico, è un cittadino e come tale va considerato non più un paziente e quindi si deve guardare in faccia il malato non la malattia. Questa seconda parte della legge è stata considerata ed attuata dove Basaglia e suoi collaboratori hanno operato e per alcuni anni in varie parti d’Italia, anche a Ravenna sono state attuate scelte positive per dare dignità alle persone con disagio poi a partire dagli anni 80 del secolo scorso quasi ovunque ha avuto il sopravvento la potenza farmacologica. Probabilmente la legge Basaglia non è stata al centro dei programmi universitari per diventare psichiatri o psicologi e nei territori, quasi ovunque si è preferito stare all’ombra dell’indirizzo psicofarmacologico non del tutto superando la cultura della pericolosità, purtroppo, e così non è decollata la seconda rivoluzione.

Nei primi anni 90 di fronte alla prospettiva di avere figli malati mentali in carriera, perché solo curati farmacologicamente e non presi in carico ed aiutati a fare percorsi di guarigione molte famiglie hanno dato vita all’associazionismo dei familiari . A Ravenna nel 1994 siamo sorti come Comitato e nel 1995 abbiamo dato vita a PORTE APERTE, associazione di familiari per la salute mentale poi da alcuni anni diventata Romagnola. Continua a leggere

Corso di Ballo

Inizio dei Corsi:

⇒   3 Ottobre 2018  – 10 Lezioni

   ⇒      9 Gennaio 2019 – 10 Lezioni

ogni Mercoledì dalle 15 alle 16

SEDE DEL CORSO:
presso C.R.I. via Guaccimanni 19, Ravenna

Corso di ballo latino 2018-19-1
Corso indirizzato
     a chi ha voglia di
divertirsi coi ritmi caraibici,
∞      a chi vuole imparare la salsa e i balli di gruppo!

Il corso è tenuto dalla super premiata ballerina
Marina Casadei.

Per informazioni e iscrizioni:

Primarosa Melandri:  cell. 342 0012519

 

CHIUSI DENTRO E IMPASTICCATI

 

Psichiatria. Pochi soldi. Tutti a residenze
dove i malati restano tali. Ma la ricerca
dimostra che la chiave del successo è la
riabilitazione personalizzata.

CHIUSI DENTRO E IMPASTICCATI
TORNANO I MATTI

Peppe Dell’Acqua *

L’ITALIA ha rappresentato un modello avanzato di gestione nel processo di restituzione di autonomia alle persone con disturbo mentale, a partire dalla legge Ba­saglia e sino al superamento degli Opg.
È auspicabile che i passi avanti sino a ora compiuti conducano a ulteriori avanzamen­ti nella tutela della salute mentale delle per­sone, è dal rispetto della dignità che nasce l’idea stessa di terapia: così il Presidente Mattarella nel messaggio in occasione del­la giornata mondiale della salute mentale 2015 “. Ma la realtà è ben diversa. Continua a leggere

PROGETTO-OBIETTIVO “TUTELA DELLA SALUTE MENTALE 1994-1996”

PROGETTO-OBIETTIVO “TUTELA DELLA SALUTE MENTALE 1994-1996”
La riforma psichiatrica varata nel 1978 con la legge n.180, poi travasata nei contenuti sostanziali negli articoli 33 e seguenti della legge di riforma sanitaria 23 dicembre 1978, n.833, ha aperto la via a profondi cambiamenti culturali e organizzativi a tutti i livelli delle istituzioni pubbliche preposte al settore.
La nuova disciplina legislativa, infatti, ha postulato un diverso approccio alla malattia mentale, modificando gli obiettivi fondamentali dell’intervento pubblico dal controllo sociale dei malati di mente alla promozione della salute e alla prevenzione dei disturbi mentali e spostando l’asse portante delle istituzioni assistenziali dagli interventi fondati sul ricovero ospedaliero a quelli incentrati sui servizi territoriali. Continua a leggere

13 mesi senza contenzione all’SPDC di Ravenna

Anche PORTE APERTE della Romagna

Festeggia 13 mesi senza contenzione all’SPDC di Ravenna

 

Anche oggi, dopo al nostro convegno del 29 di settembre, ho sentito della buona musica. Siamo sulla strada giusta, in sintonia con quanto ha deciso l’ONU nell’aggiornare nel 2014 la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, che afferma: ”Il diritto umano fondamentale alla parità di riconoscimento di fronte alla legge si applica a tutti, anche alle persone con disturbi mentali”. E ancora: ”L’autonomia individuale e la capacità delle persone con disabilità di prendere delle decisioni devono essere rispettate sempre, il che significa che le leggi in materia di salute mentale che consentono il trattamento forzato devono essere abolite”. E Infine: “Gli Stati membri hanno l’obbligo di richiedere che tutti i professionisti medici e sanitari (inclusi quelli psichiatrici) ottengano il consenso libero e informato delle persone con disabilità prima di qualsiasi trattamento”.

Inoltre l’art.10 del Decreto Legge “Disposizioni in materia di tutela della salute mentale volte all’attuazione e allo sviluppo dei principi di cui alla l.13 maggio 1978, n. 180” propone una modifica della legge 833/78 inserendo il seguente: “Nei confronti delle persone sottoposte a trattamento sanitario obbligatorio, è punita ogni violenza fisica e morale e non è ammessa alcuna forma di misura coercitiva che si configuri quale ulteriore restrizione della libertà personale”.

PORTE APERTE festeggia 13 mesi senza contenzione, una pratica traumatica pure per le famiglie. E’ anche un nostro risultato per il nostro ruolo di stimolo e controllo come ci riconosce anche il DG dr Tonini. Lo svolgiamo dal 1994, nel momento in cui la restaurazione psichiatrica si imponeva come un ariete, con la prepotenza esclusiva psicofarmacologica. Abbiamo vissuto rapporti conflittuali ed anche momenti di collaborazione per aiutare e supportare i nostri figli/familiari, i veri protagonisti, spesso non riconosciuti come tali, dell’avventura verso la salute mentale. Da un decennio abbiamo costruito un confronto molto utile coi Dirigenti, coi Medici e con gli Operatori dei SSM della provincia di Ravenna ed in questo contesto significativi miglioramenti ci sono stati; voglio ricordare molti percorsi di de istituzionalizzazione dalla residenza psichiatrica ai gruppi appartamento ed all’appartamento in autonomia. In questo periodo è maturata la rivoluzione che ha portato oggi a festeggiare la fine della contenzione. È stata questa una bella esperienza positiva, che ci fa dire che se si vuole si può.

PORTE APERTE continua ad incalzare per una presa in carico, ovunque, vera, anche nel territorio, altrimenti è più alto il rischio di momenti traumatici, col ritorno alla contenzione.

(Intervento di Cellini Valerio alla festa del 4 ottobre)

 

“LA VOCE DI METTE” in dialogo con l’esperienza scandinava

Segnaliamo il Convegno sulla salute mentale:

“LA VOCE DI METTE”
– In dialogo con l’esperienza scandinava

indetto dall’associazione il “CERCHIO E L’ALBERO”

per

Venerdì 11 novembre 2016 – ore 09.00 – 14.00
presso l’Aula Magna ITGC Compagnoni
Via D.A. Lumagni, 26, Lugo

 

volantino-convegno-la-voce-di-mette  pdf scaricabile

 

Salute mentale, inserimento lavorativo e inclusione sociale

Associazione “Porte Aperte-Romagna”
Cooperativa Sociale “San Vitale”
Associazione “A.M.A. la Vita”
Associazione “A Testa Alta”

invitano al Convegno che si svolgerà:

sabato 29 ottobre 2016 – ore 9.00-12.30
presso la Sala d’Attorre di Casa Melandri
via Ponte Marino, 2 Ravenna

sul tema:

              ” Salute mentale, inserimento lavorativo
e inclusione sociale”

 

convegno-la-salute-mentale  pdf – scaricabile